Il Suo browser non è supportato.

Scarica ora gratuitamente uno dei seguenti browser aggiornati ed efficienti:

alps-coffee
Traditione della torrefazione del caffè Schreyögg Traditione della torrefazione del caffè Schreyögg

LA PERFEZIONE IN TAZZA – UNA STORIA DI FAMIGLIA

QUALITÀ ARTIGIANALE E COMPETENZA

Da 130 anni il nome Schreyögg è sinonimo di piacere del caffè ai più alti livelli. Una storia di successo che prende il via nel 1890 con l’apertura di un negozio di specialità gastronomiche e che decenni dopo culmina nella fondazione di una delle torrefazioni caffè di maggior successo delle Alpi. Cambiano i tempi, ma non cambiano i punti di forza. Oggi come allora, a decretare il successo aziendale vi sono le stesse basi di sempre: l’eccezionale bravura nell’arte di tostare e miscelare il caffè, solide abilità artigianali e una passione innata per la qualità.

1890

Il commerciante Josef Schreyögg fonda a Merano un negozio di specialità gastronomiche con prodotti coloniali e varietà di caffè da tutto il mondo. Il negozio si trova nell’odierna sede della Banca Popolare in piazza del Grano. Grazie all’assortimento speciale, i meranesi parlano del gusto esotico nel cuore delle Alpi.

1905

La notizia è documentata con entusiasmo dalla stampa locale del 15 ottobre 1905: la messa in servizio della prima tostatrice elettrica. Più tardi, i meranesi ricorderanno volentieri i tempi in cui il “vecchio” Schreyögg gestiva la sua torrefazione sotto i “portici della montagna” e il profumo di caffè appena tostato si diffondeva per le vie del centro.

1913

Nel listino prezzi 1913/14 si promuove la miscela speciale Schreyögg, “una miscela di caffè realizzata con particolare accuratezza che rappresenta una vera specialità del mio negozio e che potrà soddisfare i palati più delicati in quanto a gusto e aroma.”

1915

Il 4 maggio 1915, Josef Schreyögg muore dopo lunga malattia. Nella rivista settimanale di Maia Alta lo descrivono come un commerciante molto abile, lungimirante, molto amato e stimato. I suoi figli assumono le redini di entrambi i negozi di specialità gastronomiche a Merano.

1945

Dopo la Seconda Guerra Mondiale, Josef Paul Schreyögg, figlio del fondatore, diventa unico responsabile dell’azienda e, dopo la storica “grande svolta”, riporta l’attività agli antichi splendori.

1960

Il turismo nella città di cura ricca di tradizione s’intensifica negli anni Sessanta, il che incrementa la richiesta di prodotti alimentari. Il 6 luglio 1960, sotto i “portici della montagna” si installa una tostatrice più grande per fare fronte alle richieste di forniture in aumento. Da subito, si possono tostare 45 kg di caffè per carico.

1966

Il logo originale, e anche attuale, viene realizzato sulla base di uno schizzo del famoso artista Franz Lenhart, probabilmente grazie a un rapporto di amicizia con il titolare dell’azienda, almeno da quanto si evince dalle annotazioni riportate sui disegni originali. Nel corso degli anni, il logo viene modificato pur conservando il suo carattere originale.

1970

Ci si avventura nella specializzazione e ci si concentra sempre più esclusivamente sulla produzione di specialità di caffè di primissima qualità.

1981

Alla morte del padre Josef Paul, Peter Schreyögg prende in mano l’azienda all’età di 21 anni. Nonostante la forte concorrenza nel settore del caffè in Italia, la fetta di mercato conquistata dalla torrefazione caffè Schreyögg non solo si conferma, bensì si rafforza. Il target principale è rappresentato dai settori gastronomici e alberghieri locali; dapprima le catene di supermercati non vengono prese in considerazione.

1982

Introduzione del servizio tecnico clienti aziendale, che propone un vasto servizio di assistenza ai clienti. La produzione del caffè, e tutto ciò che concerne macchine da caffè e macinini, sarà d’ora in poi gestita in modo centrale, in quanto gli aspetti sono strettamente legati fra loro.

1983

Rinnovo della linea di confezioni. Il nuovo corporate design si estende a tutti i prodotti pubblicitari, alle auto aziendali e alle presenze in fiera.

1985

Il vecchio locale presso i portici non può più sostenere le esigenze aziendali, pertanto l’attività viene trasferita nella zona artigianale Passiria dopo quasi 100 anni di commercio in centro.

1987

Trasferimento nel nuovo edificio, festa d’inaugurazione il 14 febbraio. La stampa riporta la notizia con il titolo “Schreyögg lascia il centro storico”. Nel rispetto dell’ambiente, un complesso sistema di filtri contribuisce alla riduzione dei gas di scarico e dell’emissione di fumo. Nonostante l’impiego di nuovi macchinari, si resta fedeli alla tostatura tradizionale a tamburo.

1997

Schreyögg vive una fase di forte espansione e, da espositore alla fiera internazionale di prodotti alimentari più importante, il salone ANUGA di Colonia, si presenta con la propria linea di prodotti per il commercio da esportazione.

2000

Una nuova situazione di congestione a Merano richiede la progettazione di una nuova costruzione a Parcines. Il 27 ottobre 2000, si iniziano i lavori. Un comunicato stampa del comune commenta “Schreyögg sta arrivando”.

2001

Nel marzo 2001, iniziano i lavori a Rablà che si concluderanno in tempi record. Il 26 novembre 2001 ha luogo il trasferimento nei nuovi locali.

2002

Il 2 marzo si tiene la festa d’inaugurazione ufficiale, in concomitanza con la giornata delle porte aperte. Oltre 1000 ospiti, da Italia ed estero, partecipano ai festeggiamenti. Il trasferimento da Merano a Parcines porta con sé anche l’ottimizzazione della qualità e della sicurezza.

2004

Presentazione della nuova linea di confezioni. L’incremento dell’esportazione, soprattutto nel commercio specializzato, richiede una differenziazione nei colori delle diverse miscele di caffè, in modo che il cliente finale sia in grado di riconoscere immediatamente il suo prodotto sullo scaffale.

2006

L’assortimento si arricchisce delle cialde monodose di caffè, i cosiddetti pods. Un nuovo macchinario consente di gestirne la produzione internamente.

2010

Rielaborazione della linea di confezioni, che si focalizza sulla marca e sul logo.

2012

La torrefazione caffè Schreyögg diviene un centro permanente per la formazione. I “punti di formazione permanente” dell’Istituto Internazionale Assaggiatori di Caffè hanno l’obiettivo di promuovere e trasmettere la cultura del caffè. I corsi del centro formazione forniscono competenza e lezioni pratiche, accolte con entusiasmo. In particolare, i corsi Latte Art riscuotono molto successo.

2013

Con convinzione, si sviluppa la prima miscela per espresso da commercio equo e solidale della torrefazione caffè Schreyögg. Organizzazioni quali Fairtrade apportano un prezioso contributo all’incentivazione dei Paesi svantaggiati di tutto il mondo e al rafforzamento dell’equilibrio globale.

2015

I primi 125 anni della torrefazione caffè Schreyögg, oggi una delle aziende familiari più importanti dell’Alto Adige e oltre confine. La torrefazione caffè Schreyögg convince per la qualità e conquista per la varietà.

L’ASPIRAZIONE A RAGGIUNGERE I MASSIMI LIVELLI – DAL 1890

 Alps Coffee dalla torrefazione Schreyögg  Alps Coffee dalla torrefazione Schreyögg